Normative anti-Covid

Modulistica

Clicca sul bottone per scaricare il modulo desiderato

Normativa anti-Covid  -  Basket

Il seguente documento è stato elaborato sulla base dei 
DPCM 26 aprile 2020 e DPCM 15 maggio 2020, 
Linee Guida Ufficio per lo Sport ai sensi dell’art.1, lettere f e g del DPCM 26 aprile 2020, 
Linee Guida per gli allenamenti degli sport di squadra e lo sport ai sensi dell’art. 1, lett. e) del DPCM 17 maggio 2020,
Indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico - Dipartimento della Protezione Civile, DPCM 7 agosto 2020, 
protocollo ripresa attività pallacanestro predisposto dalla FIP del 3 agosto 2020, 
Ordinanza 623 della Regione Lombardia del 21 ottobre 2020
disposizioni degli enti locali titolari degli impianti

La società Basket Sarezzo, impegnata da anni nella formazione di giovani nello sport della pallacanestro, allo scopo di contenere al massimo il rischio di contagio, contemplando però l’esigenza di fornire la possibilità ai giovani di riprendere a praticare l’attività sportiva, così come sollecitato degli organi governativi, si fa carico di rispettare e fare rispettare rigorosamente tutte le norme che gli enti preposti hanno deliberato, sia a carattere generale che nello specifico per la pallacanestro.

Di seguito sono riportate le principali disposizioni.

  • Tutte le persone, munite di mascherina obbligatoria e indossata, all’arrivo alla palestra saranno sottoposte al controllo della temperatura da parte di un addetto; con temperatura superiore ai 37,5 °C non sarà possibile accedere e il soggetto dovrà fare ritorno al proprio domicilio.
  • Una volta acceduto (sempre con mascherina) è obbligatoria la sanificazione delle mani con apposito gel.
  • E’ necessario che il soggetto che entra scriva il proprio nome/cognome e recapito telefonico sull’apposito registro.
  • E’ obbligatorio il cambio delle scarpe per fare attività.
  • L’utilizzo degli spogliatoi, quando consentito, è consentito nel numero di 3 persone per volta; in alternativa il cambio può essere effettuato insieme sulle gradinate, con i dovuti distanziamenti. In ogni caso la mascherina sarà sempre indossata. L’uso delle docce è consentito una persona alla volta; si consiglia tuttavia di fare la doccia al proprio domicilio.
  • Una volta cambiati, tutti gli effetti personali dovranno essere riposti all’interno di una sacca chiusa che non potrà essere lasciata all’interno dello spogliatoio. Nessun effetto personale potrà essere tenuto all’esterno della sacca durante l’allenamento (borracce, telefoni, …). Non è possibile scambiare bevande. Non è possibile introdurre cibi di alcun genere nell’impianto.
  • E’ consentito bere solo dalla propria borraccia, che va riempita al proprio domicilio.
  • E’ obbligatorio seguire la segnaletica, quando presente.
  • Il numero massimo di atleti ammessi nel campo da gioco è 16; altri 8 possono sostare fuori dal campo da gioco, a una distanza minima di 2 m l'uno dall'altro. Si aggiungono poi 2 tecnici, dirigenti e altro personale necessario allo svolgimento dell’attività.
  • L’allenamento potrà essere svolto dagli atleti senza la mascherina indossata, che però dovrà essere indossata in eventuali pause.
  • NON sono ammessi i contatti durante l’allenamento. Gli atleti dovranno mantenere un distanziamento di 2 metri.
  • Al primo allenamento è obbligatorio compilare e firmare una autocertificazione di anamnesi. Nelle settimane successive, ogni settimana, sarà obbligatorio compilare e firmare un diverso modulo di autocertificazione. Tale modulistica sarà conservata dalla società, che si fa carico della gestione dei dati sensibili, per un massimo di 30 giorni.
  • In caso di risposta positiva anche solo ad una delle domande dell’anamnesi al punto precedente il soggetto dovrà effettuare il TEST SIEROLOGICO e l’allenamento non potrà essere svolto.
  • In presenza di sintomi influenzali, raffreddore, … l’atleta non potrà recarsi all’allenamento. In caso di insorgenza di sintomi durante l’allenamento il soggetto sarà immediatamente allontanato.
  • Allenatori, tecnici, dirigenti hanno l’obbligo di tenere indossata la mascherina per tutto il tempo di permanenza in palestra, anche durante l’allenamento.
  • Gli atleti (quando privi di mascherina) non possono avvicinarsi a allenatori, dirigenti, … a distanze inferiori a 2 metri.
  • Nei 5 giorni lavorativi precedenti all’inizio di eventuali campionati (non prima) tutti gli atleti dalla categoria U13 in avanti, tecnici, dirigenti e personale dovrà effettuare il “Test Sierologico Ematico Rapido”. In caso di positività il soggetto dovrà eseguire gli accertamenti previsti dalle autorità sanitarie, e, fino a esito negativo, dovrà sospendere le attività.
  • Se durante la stagione uno o più membri del gruppo diventasse positivo, verrà allontanato dal gruppo/squadra, messo in isolamento e seguirà il percorso previsto dalle autorità sanitarie; tutti gli altri componenti la squadra saranno sottoposti a tampone e, se negativi potranno continuare nelle attività.
  • Gruppi diversi non potranno incontrarsi (salvo nelle partite ufficiali). Il gruppo successivo potrà accedere all’impianto soltanto quando tutti i membri del precedente saranno usciti. Di conseguenza tutti gli allenamenti dovranno tenere conto del tempo necessario al cambio e all’uscita e pertanto termineranno l'attività fisica in anticipo per consentire tali operazioni.
  • Tutti gli attrezzi utilizzati saranno sanificati al termine di ogni seduta di allenamento.
  • Nessun accompagnatore (genitore, parente, …) potrà mai accedere all’impianto, nemmeno per le partite. Unica eccezione per gli accompagnatori di soggetti portatori di handicap certificato.